mercoledì 20 marzo 2013

"Singula post ova | pocula sume nova" (MITO 1)




Inizierei questa serie (I MITI), come inizio ogni mattina, cioè con le ingiustamente malfamate uova di gallina.
In medicina cinese si tratta di un alimento prezioso, poiché è in grado di fornire l’energia più pura, quella che in cinese si chiama “jing” tradotta come energia ancestrale, La logica ci viene in aiuto se pensiamo che l’uovo ha in se la potenzialità di generare una vita, questo vale anche per i semi di cui parleremo a parte.
Purtroppo per anni le uova sono state demonizzate per via del loro contenuto grasso,
come se il grasso fosse il nemico assoluto, sono state bandite dalle diete dei soggetti ipercolesterolemici e ridotte al minimo nei soggetti sani per prevenire l’ipercolesterolemia e di conseguenza ridurre il rischio cardiovascolare.
Finalmente e con mia somma gioia e soddisfazione, essendo io una grande fan delle uova a colazione a pranzo e a cena, nel 2011 è stato pubblicato uno studio coinvolgente 14.185 soggetti divisi per gruppi a seconda del consumo settimanale di uova (<1, 1, da 2 a 4, >4), questi sono stati rivalutati ogni due anni per sei anni in cui si sono accertati 91 nuovi casi di patologia cardiovascolari e non è stata trovata una correlazione tra il consumo di uova e la comparsa di malattia.
Ogni mattina due uova alla couque con un pizzico di sale, una manciata di semi misti e 25 gr di pane di segale (clicca qui)

E il vino? Ne parlo qui!


Bibliografia

Zazpe I et al
Egg consumption and risk of cardiovascular disease in the SUN Project.
Eur J Clin Nutr. 2011 Jun;65(6):676-82.

Nessun commento:

Posta un commento